Il ciclo produttivo

Grazie a uno stabilimento all’avanguardia, Acqua Amata viene prelevata alla sorgente e inviata direttamente al ciclo d’imbottigliamento. 

Questo processo avviene attraverso condotte in acciaio inox che lasciano inalterata la composizione chimica e la purezza dell’acqua, dalla fonte alla bottiglia.

Le bottiglie in PET vengono prodotte direttamente all’interno dello stabilimento. Attraverso un procedimento di stiro-soffiaggio, le preforme – acquistate da aziende italiane che garantiscono qualità e affidabilità – vengono modellate fino a raggiungere il formato desiderato.

Le bottiglie vengono poi riempite e tappate in ambiente asettico, etichettate e impresse con lotto di produzione e data di scadenza.

L’intero ciclo di produzione è tracciato secondo le norme europee.

In base alla prassi HACCP, le bottiglie vengono sottoposte a numerosi controlli di qualità, sia in un laboratorio interno sia presso l’Ufficio Igiene dell’Università di Bari e il Dipartimento di Chimica dell’Università del Salento.